La sovrana lettrice e il suo progressivo allontanamento dalla realtà

image.jpeg

Inizierò da una fondamentale premessa: ho un debole per le copertine degli Adelphi, sono tutte così splendidamente colorate che non possono non mettere di buon umore. Una bella copertina la considero un vero e proprio antidoto alla tristezza , quando vedo tutto quel filone di copertine con in primo piano solo coppie giovani che si sbaciucchiano e che sono destinate a lasciarsi in malo modo a distanza di qualche anno mi viene male insomma e mi passa la voglia di leggere il libro. “La solitudine dei numeri primi” purtroppo ha dato l’avvio a questo stile un po’ infantile di rievocare un’immagine e soprattutto un “genere” , di libro intendo. Mi rammarica anche vedere come classici raffinati del calibro di Jane Austen e delle sorelle Brontë siano stati ristampati con immagini di donne in primo piano, non credo ne sarebbero molto fiere considerando gli anni in cui hanno scritto i loro romanzi. Ridurre tutto al volto di donna o peggio di uomo e donna mi pare un’operazione semplicistica derivante unicamente da un’analisi di mercato favorevole. Ma noi lettori siamo così facilmente “infinocchiabili”? O abbiamo solamente pessimi gusti? Continua a leggere “La sovrana lettrice e il suo progressivo allontanamento dalla realtà”

Annunci

MARIO CALABRESI – Cosa tiene accese le stelle

IMG_3548

In questo libro Mario Calabresi ci porta con sé in un viaggio che si propone di sfatare molti dei falsi miti in cui l’Italia si è adagiata troppo a lungo. “Cosa tiene accese le stelle” è infatti il risultato di una serie di conversazioni avute dall’autore con personaggi famosi e non, accomunati da uno spirito combattivo e da un approccio entusiasta nei confronti del futuro. Gli interlocutori del giornalista milanese – da poche settimane alla guida de “La Repubblica” – ci insegnano a guardare al passato senza quella nostalgia retorica e a buon mercato che troppo spesso caratterizza i ricordi. Continua a leggere “MARIO CALABRESI – Cosa tiene accese le stelle”

MICHELE SERRA – Ognuno potrebbe

IMG_3528
MICHELE SERRA – Ognuno potrebbe (Feltrinelli, € 14.00 – I Edizione: Ottobre 2015)

Straniante, pungente, divertente, graffiante. Profondamente vero come solo le storie ironiche sanno esserlo. Paradossale, arguto e brillante. Geniale, insomma. Lo stile di Michele Serra è tutte queste cose insieme e il suo ultimo libro non delude certo le aspettative di un pubblico che ormai da tempo ha imparato ad apprezzarne le straordinarie doti di giornalista e scrittore. A due anni di distanza dall’uscita de “Gli sdraiati” – salutato con unanime entusiasmo dai lettori e dalla critica – Serra ci regala un altro mirabile bozzetto della società contemporanea, malata di un egocentrismo spudorato e imbarazzante e afflitta da una solitudine tanto più profonda quanto più nascosta tra le pieghe di un dilagante delirio “social”. Continua a leggere “MICHELE SERRA – Ognuno potrebbe”

CHIARA GAMBERALE- Adesso

image.jpeg

Una copertina rossa, perché rosso è il colore della passione e dell’amore. È proprio di questo che si parla nel nuovo, imperdibile, romanzo di Chiara Gamberale.
La scrittrice, dopo il successo del libro “Per dieci minuti”, torna con nuovi personaggi, rimanendo però fedelmente ancorata all’idea che siano proprio le emozioni il vero motore delle relazioni umane.
Protagonista è Lidia, una donna da poco separata che vorrebbe lasciarsi alle spalle la disfatta del suo matrimonio con Lorenzo, un ex marito destinato a rimanere onnipresente nella sua vita e con il quale sembra avere un legame indissolubile nonostante prevalga in lei la voglia di ricominciare, il bisogno di rimettersi in gioco. Continua a leggere “CHIARA GAMBERALE- Adesso”

Caro lettore, ti presento…

IMG_6778

Oggi la nostra rubrica “Caro Lettore ti presento…” ci porta in una nota libreria di Cremona, dove lavora Silvia che ci parlerà dei suoi libri del cuore dandoci tanti nuovi spunti di lettura!

Da quanto tempo lavori in una libreria?

Dal Novembre 2013.

Come è nata la passione per la lettura?

Fino ai 10/11 anni detestavo leggere, la percepivo come una seccatura, un’imposizione. Preferivo di gran lunga uscire con gli amici e “saltare i fossi”. A far scattare l’amore per la lettura è stata la mia professoressa delle medie che mi ha proposto “Il Visconte Dimezzato” di Italo Calvino, ho amato subito questo libro e il suo autore, tanto che proprio Calvino è il protagonista della tesi di laurea che discuterò a breve. La mia professoressa mi ha poi consigliato di orientarmi anche su qualcos’altro per allargare il mio orizzonte di lettura ed è stato così che ho cominciato a leggere i libri di Valerio Massimo Manfredi, conosciuto grazie a mia mamma che mi aveva regalato “Il Tiranno”. Ho amato anche questo libro, tanto che dello stesso autore ho letto anche “Palladion” e “L’ultima legione”. Continua a leggere “Caro lettore, ti presento…”

IL CASO SPOTLIGHT: L’INCHIESTA PREMIO PULITZER NEL 2003 E’ ARRIVATA IN LIBRERIA E NELLE SALE CINEMATOGRAFICHE ITALIANE. IL PUNTO DI MICROCOSMI:

libro spotlight per art
Il Caso Spotlight (PIEMME, € 18,50)

Un’inchiesta giornalistica dagli esiti dirompenti – che ha meritato il Premio Pulitzer nel 2003 – uno staff di professionisti che per mesi hanno raccolto informazioni, testimonianze e documenti che hanno messo al muro la chiesa di Boston, inchiodandola alle sue responsabilità. “Il Caso Spotlight” edito da Piemme e l’omonimo film uscito nelle sale italiane il 18 Febbraio ci raccontano uno dei fenomeni più agghiaccianti scoperti negli ultimi anni – quello della pedofilia in ambienti religiosi – venuto a galla grazie al magistrale operato di Spotlight, il team di giornalisti d’inchiesta del Boston Globe. Continua a leggere “IL CASO SPOTLIGHT: L’INCHIESTA PREMIO PULITZER NEL 2003 E’ ARRIVATA IN LIBRERIA E NELLE SALE CINEMATOGRAFICHE ITALIANE. IL PUNTO DI MICROCOSMI:”

Lettori, strani esemplari vaganti in libreria

image.jpeg

Trascorrendo la maggior parte delle proprie giornate in libreria, come libraia durante le ore di lavoro e come lettrice nel tempo libero, osservare i lettori diviene un esercizio sempre più naturale e talvolta inconscio. Mentirei se non vi dicessi che se ne vedono veramente di tutti i tipi ed è proprio questo il bello.
L’universo del lettore è eterogeneo e cogliere tutte le numerose classificazioni appartenenti a questa curiosa categoria non è cosa di poco conto. Continua a leggere “Lettori, strani esemplari vaganti in libreria”

DAVID EBERSHOFF-The Danish Girl

image.jpeg

Il 18 Febbraio è apparso nelle sale cinematografiche il film “The Danish Girl” per la regia di Tom Hooper, ispiratosi all’omonimo romanzo di David Ebershoff, insegnante di scrittura creativa alla Columbia University e autore di diversi bestseller.
Come da buona abitudine abbiamo preferito leggere il libro prima di abbandonarci totalmente al grande schermo.
Ebershoff non si limita a scrivere un libro ma fa compiere ai propri personaggi una vera e propria introspezione che scova le sue radici nella più profonda intimità e lo fa con assoluta finezza e maestria. Continua a leggere “DAVID EBERSHOFF-The Danish Girl”

MARIO CALABRESI – Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa

IMG_3554

La storia da cui prende avvio questo libro prima ancora di essere una vicenda famigliare e dunque intrinsecamente vicina alla biografia del suo autore è una storia di quelle che vale la pena di raccontare. La necessità, e anzi l’urgenza di dare voce a questa esperienza di vita, e ai messaggi che ne derivano, è stata avvertita e accolta da Mario Calabresi, giornalista di lungo corso passato dalla direzione de “La Stampa” a quella di “Repubblica” solo qualche settimana fa. Continua a leggere “MARIO CALABRESI – Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa”

MICHELE SERRA – Gli sdraiati

IMG_3555

Un figlio iperconnesso, emotivamente imperscrutabile e apparentemente sordo alle domande del padre. Un genitore disorientato e confuso, che sorride di un sorriso tenero e amaro insieme constatando la radicale mutazione antropologica che pare dividere la generazione a cui appartiene da quella degli adolescenti odierni – gli sdraiati – vittime di un “multitasking tecnologico” che condanna fatalmente a una perenne distrazione. È questo il nucleo attorno al quale Michele Serra costruisce questo racconto in cui accanto ad un’ironia travolgente trova posto lo struggimento di un padre, incapace di penetrare la cortina di monosillabi e slang che lo divide dal figlio. Continua a leggere “MICHELE SERRA – Gli sdraiati”